Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Sindaci, tre ballottaggi su quattro

    Il primo turno delle elezioni amministrative in Slovenia si è svolto regolarmente domenica, con un’affluenza alle urne in leggero aumento rispetto alla precedente consultazione e attestatasi in media attorno al 50 per cento. In regione si è rimasti sopra questa soglia, andando dal 48 al 57 per cento. Nei Comuni istriani, eccetto Ancarano, i risultati sono stati a lungo in bilico e porteranno a tre ballottaggi. A Capodistria si confronteranno il sindaco uscente Boris Popovič, fermatosi al 44,55 per cento e il secondo piazzato, Aleš Bržan dell’omonima lista con il 30,48 p.c. delle preferenze. A prescindere dal vincitore finale, bisognerà fare i conti con la composizione del Consiglio municipale, dove nessun schieramento ha la maggioranza assoluta e saranno necessarie trattative per giungere a una coalizione. Sorpresa a Pirano per il passaggio al secondo turno di Đenio Zadkovič, imprenditore al suo esordio in politica con un movimento nato su Facebook, dove affronterà Tomaž Gantar, già sindaco, deputato e ministro della salute. A Isola le cose sono state ancora più complicate dagli esigui margini tra i primi tre della graduatoria. Il voto per posta è stato decisivo per mandare al ballottaggio, assieme a E
    vgenij Komljanec (Fieri di Isola), Danilo Markočič (DESUS). Ad Ancarano, il sindaco uscente Gregor Strmčnik ha dominato con oltre il 70 per cento dei voti e avrà lo strapotere anche in Consiglio comunale, dove soltanto 2 dei 12 seggi spetteranno all’opposizione. Tutti i risultati sono ufficiosi e attendono conferma dalla Commissione elettorale centrale, entro una decina di giorni. Nel caso di reclami questi andranno esaminati immediatamente in primo grado, mentre eventuali ricorsi al Tribunale amministrativo saranno esaminati nel giro di tre giorni. I ballottaggi per i sindaci sono in programma il 2 dicembre.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Martedì, 20 Novembre 2018 12:02

    Articoli più letti

    Error: No articles to display