Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Bloccato il conto corrente di Isola

    ISOLA | Lo scenario più nero che si poteva prospettare per il Comune di Isola, in relazione alla vertenza aperta con la ditta “R Mercuri”, è diventato realtà. L’azienda, forte della sentenza a suo favore, esige il pignoramento dei beni municipali per saldare i quasi 1,9 milioni di euro che deve intascare. In attesa del versamento ha ottenuto il blocco dei conti correnti municipali. La vicenda risale come noto al 2005, quando gli imprenditori di Bistrica ob Sotli, nei pressi di Maribor, acquistarono nel comprensorio del cantiere isolano un lotto di terreno, ospitante un vecchio capannone. Subito dopo sottoscrissero con una ditta croata, l’accordo per la cessione della proprietà, confidando sul fatto che presto nella zona sarebbero cambiati, come previsto, i piani urbanistici. Ciò non si realizzò e l’affare saltò. Qualche anno dopo l’immobile fu ceduto ad una società di leasing, ma nei vari passaggi andarono in fumo circa due milioni di euro, che furono chiesti come indennizzo al Comune di Isola. Dopo vari ricorsi, i giudici hanno dato ragione alla “R Mercuri” e la sentenza è diventata esecutiva alla fine dello scorso anno. Una serie d’incontri tra il nuovo sindaco, Danilo Markočič e i dirigenti della controparte non hanno dato i frutti voluti. L’ipotesi era quella di una dilazione dei pagamenti sino a marzo quando, approvato il bilancio di previsione comunale, la municipalità avrebbe contratto i crediti necessari a saldare le pendenze. In regime di esercizio provvisorio simili operazioni bancario non sono ipotizzabili. Ora con i conti correnti bloccati, l’unica possibilità sembra ottenere dal tribunale un rinvio del pignoramento, rilevando anche la posizione molto difficile in cui verrebbero scaraventati tutti i fruitori dei mezzi comunali. In alternativa potrebbe essere proposta la cessione di beni immobili.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Giovedì, 17 Gennaio 2019 11:04

    Articoli più letti

    Error: No articles to display