Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Ikador, verso un turismo d’élite

    By Ivana Precetti Aprile 20, 2019 533

    La Riviera liburnica si sta trasformando sempre di più in una destinazione turistica d’élite. Lo abbiamo spesso sentito dire dal sindaco Ivo Dujmić, che da sempre auspica un simile futuro per queste aree. Un futuro che assomiglia tanto al passato, a epoche in cui la Perla del Quarnero era nota in tutto il mondo come una delle culle indiscusse del turismo in generale, non soltanto di... casa nostra, e che pullulava di ospiti in cerca di servizi di tutto punto e, perché no, di esclusività. Che l’Abbaziano stia marciando a grandi passi verso questo domani elitario, lo dimostrano anche gli ultimi importanti investimenti effettuati in zona, uno dei quali il nuovo di zecca Ikador Luxury Boutique Hotel & Spa di Ika, albergo a cinque stelle sorto nelle immediate vicinanze della Facoltà di Management nel turismo e nella ristorazione, e inaugurato nei giorni scorsi, per la gioia dei numerosi ospiti che già nel gennaio scorso – a lavori in alto mare – avevano prenotato una stanza per il periodo di Pasqua.

    “Le reazioni dei primi turisti che hanno soggiornato nel nostro hotel nei giorni scorsi sono ottime, e ci rallegra maggiormente il fatto che le prenotazioni arrivino da tutto il mondo – affermano dall’Ufficio marketing e comunicazione dell’Ikador –. Oltre ai mercati tradizionali quali l’Austria, la Germania, l’Italia e la Gran Bretagna, siamo rimasti piacevolemente sorpresi dall’interesse di Paesi lontani quali gli Stati Uniti, il Canada, la Nuova Zelanda... Il costo medio dei pernottamenti nei periodi d’alta stagione varia dalle 4 alle 36mila kune, quest’ultime per la suite presidenziale, mentre nel resto dell’anno i prezzi sono più bassi”. 
    La nuova struttura ricettiva della Riviera liburnica, che opera come boutique hotel, ovvero come un piccolo hotel di lusso, con un ambiente convenzionale e intimo, dispone di 14 tra suite lussuose e suite esclusive le cui dimensioni variano dai 50 ai 400 metri quadrati, costate all’investitore, il Gruppo Zubak di Velika Gorica – azienda di lunga tradizione con circa 600 dipendenti – attorno ai 6 milioni di kune ciascuna, per un totale di 80 milioni di kune. L’Ikador, rivolto a un turismo senza stagioni, dà occupazione a 47 dipendenti d’alto profilo professionale, per lo più in pianta stabile, che garantiscono servizi ad alto livello qualitativo e per la cui sistemazione è stata messa a disposizione una dépendance. Ciò che però attira maggiormente gli ospiti è la sua meravigliosa location: la struttura s’affaccia infatti sul mare ed è immersa in un parco naturale, il cui assetto è stato curato dal rinomato architetto Ksenija Diminić, premiata quest’anno per il miglior progetto di riassetto nell’Europa sudorientale. 
    L’Ikador Luxury Boutique Hotel & Spa dispone pure di un sontuoso centro benessere, l’Ikalia Spa, situato al terzo piano dell’edificio, e di un ristorante dal nome Nobilion, guidato dal noto chef Željko Jovanović e dal suo valente team esperto di cucina mediterranea. Chi è in cerca di riservatezza, può accedere invece alla Riva Privée, un angolo intimo in cui gustare piatti favolosi accompagnati da vini pregiati. 
    Poteva finire senza l’eleganza italiana? Sarebbe un vero peccato. La troviamo grazie alla partnership tra l’Ikador e la Ferretti Group, che ha messo a disposizione dell’hotel uno dei suoi lussuosi yacht, noleggiabile durante tutto l’anno. Il nuovo albergo di Ika offre inoltre ai suoi ospiti un bar sigari, una piscina esterna con acqua marina e un garage sotterraneo con colonnina di ricarica per veicoli elettrici. Ancor prima di aprire i battenti, l’Ikador è diventato membro dell’associazione di alberghi di lusso, The Leading Hotels of the World – nel mondo ce ne sono in tutto 400 –, grazie al suo Riva Lounge, il primo in assoluto in Croazia e il quarto nel mondo dopo quelli di Montecarlo, Venezia e Mikonos. 
    In questo periodo è ancora in fase di costruzione una struttura a parte, che una volta conclusa, rappresenterà l’apoteosi dei servizi offerti dall’Ikador. Si tratta di una villa dislocata, di cui potranno fruire gli ospiti in cerca di totale privacy, avvalendosi però allo stesso tempo dei servizi dell’albergo. Con quest’ultimo intervento i costi delle unità ricettive della lussuosa struttura di Ika saliranno a complessivi 100 milioni di kune.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 19 Aprile 2019 23:33

    Articoli più letti

    Error: No articles to display