Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Porto, marzo da record: movimentati 22mila TEU

    Porto, marzo da record: movimentati 22mila TEU foto: Željko Jerneić

    Un mese fa, nel corso delle celebrazioni per i 300 anni dalla proclamazione del Porto franco di Fiume, si era parlato ampiamente del futuro rilancio dello scalo quarnerino e delle sue potenzialità. Ovviamente l’accento era stato posto in particolare sulla conclusione del progetto Rijeka Gateway (iniziato nel 2003) e sulla realizzazione di importanti opere infrastrutturali (stradali e ferroviarie su tutte) che non solo dovrebbero dare un’immagine rinnovata del porto, ma soprattutto consentire quel salto di qualità decisivo per iniziare a colmare il gap con i principali competitor alto adriatici (Capodistria, Trieste e Venezia), con l’ambizioso obiettivo di raggiungere la magica soglia di un milione di TEU annui movimenti entro il 2026. E la scalata, a detta degli esperti del settore, sarebbe già iniziata. Un ottimismo che poggia su fondamenta ben solide visto che nel mese di marzo sono stati movimentati 22mila TEU, record assoluto per un singolo mese.
    E marzo non sarà di certo un’eccezione. Infatti, i colossi del trasporto marittimo Maersk ed MSC, che sul mercato globale sono riuniti sotto l’alleanza 2M, hanno annunciato che il prossimo mese faranno scalo a Fiume tre grandi navi. Ad aprire le danze sarà la Maersk Hamburg, lunga 353 metri, larga 54 e con una portata di oltre 15mila TEU, il cui arrivo è fissato l’11 maggio. Una settimana dopo toccherà invece alla Maersk Havana, mentre il 25 maggio a chiudere la “tripletta” sarà la Maersk Herrera. Le ultime due hanno praticamente le stesse caratteristiche e dimensioni della Hamburg. E le novità molto probabilmente non finiscono qui. Stando a quanto trapela dalla società Jadranska vrata (che ha in gestione il terminal di Brajdica), l’arrivo di navi portacontainer lunghe oltre 400 metri sarebbe solamente una questione di pochi mesi. Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino...

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Martedì, 23 Aprile 2019 11:22