Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Benčić: avviati i lavori d’assetto delle aree verdi

    Benčić: avviati i lavori d’assetto delle aree verdi foto: Goran Žiković

    Concluse le festività pasquali, è tempo di tornare alla... normalità. Sono partiti ufficialmente ieri, in zona Potok, i lavori d’assetto delle aree pubbliche e di costruzione dell’infrastruttura della canalizzazione, nell’ambito dell’ex complesso Rikard Benčić, interessato in questo periodo da un’importante opera di ristrutturazione in vista del progetto Fiume Capitale europea della Cultura 2020. Gli operai dell’azienda GP Krk saranno impegnati per un lungo periodo in un significativo intervento edilizio, il cui obiettivo finale sarà la realizzazione di una serie di piazzuole immerse nel verde e destinate ad arricchire il futuro Polo culturale cittadino. Quest’ultimo, come già noto, comprenderà il Museo d’arte contemporanea (già operante nei nuovi spazi), il Museo civico, la Biblioteca civica e la Casa dell’Infanzia.
    Abbiamo quindi interpellato il capocantiere della ditta vegliota, Igor Butorac, il quale ci ha confermato l’avvio dei lavori d’assetto delle aree verdi, in seguito ai quali la municipalizzata Rijeka plus ha dovuto chiudere provvisoriamente il grande parcheggio pubblico all’interno del complesso, invitando gli automobilisti a usare posteggi alternativi in zona Occidente (Zapad), eccezion fatta per quelli dinanzi all’ex discount Graziani in via Krešimir, anch’essi inagibili. La prima fase dei lavori, quelli di preparazione per i successivi intervalli, durerà una decina di giorni dopodiché inizieranno gli scavi veri e propri. Le ruspe sono già sul posto, in attesa di poter partire con l’opera.
    Insomma, al progetto CEC mancano ormai meno di dieci mesi ed è quindi tempo di rimboccarsi le maniche per presentarsi pronti al grande appuntamento. 

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 24 Aprile 2019 10:21