Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Un «Girotondo» sulla neve a Piancavallo

    By Franco Sodomaco Marzo 22, 2019 601

    UMAGO | La consueta settimana bianca per i bambini dell’istituzione prescolare italiana “Girotondo” di Umago è stata organizzata anche quest’anno nel centro sciistico di Piancavallo. Vi hanno partecipato 24 bambini dei gruppi educativi Topo Gigio, Coccinelle, Stelline, Nuvolette, Sorrisi, Do re mi e Api, accompagnati dalle educatrici Monica Marušić, Melita Zakinja Vižintin, Federica Radin, dall’infermiera Gordana Ivančić e dal chinesiologo Saša Rupena, il quale contribuisce a organizzare la settimana bianca unitamente all’agenzia turistica “Artic” di Umago. Ricorderemo che la settimana bianca viene organizzata dal 1996, dapprima a Kranjska Gora, poi a Sella Nevea, anche se il centro preferito per tanti anni è stato Ravascletto.
    I bambini dell’asilo “Girotondo” hanno trascorso la settimana bianca assieme a quelli della scuola materna croata “Duga” e agli alunni delle scuole elementari di Umago, che con i maestri di sci (un maestro ogni 10 bambini) si sono divertiti e soprattutto hanno sperimentato una settimana lontano dalle loro case.
    “Per poter affrontare nel migliore dei modi la settimana sulla neve, i bambini vengono preparati dai genitori e dalle educatrici e possiamo affermare che sono molti i benefici di quest’esperienza, come l’aumento dell’autostima, lo sviluppo dell’autonomia, del senso di appartenenza al gruppo, la conquista delle abilità sportive e la permanenza all’aria aperta fino a 8 ore al giorno”, dice la pedagoga Manuela Bose.
    Non sono mancati i divertimenti predisposti dalle educatrici per intrattenere i bambini, come pigiama party, karaoke, giochi sociali, gala party con consegna delle medaglie e il gioco preferito dai piccoli, cioè la creazione del tradizionale pupazzo di neve per una bella foto di gruppo. Naturalmente tutti i bambini hanno imparato a sciare con ľabilità tipica dei prescolari, che si sono presentati ai genitori, in impaziente attesa alla stazione degli autobus, con la medaglia attorno al collo e tanti bei ricordi.
    Nelle scuole materne dell’Umaghese, nell’anno pedagogico 2018/2019 figurano iscritti complessivamente 646 bambini, 50 in più rispetto all’anno precedente. Si tratta di un aumento dell’8 p.c., che interessa sia l’asilo croato “Duga” che l’italiano “Girotondo”. Nell’asilo croato ci sono ora 367 bambini, in quello italiano ben 259. Se consideriamo che Umago ha 15.500 abitanti, allora risulta che il quadro demografico sta decisamente migliorando, contrariamente a quanto succede nel resto della Croazia. E sta migliorando anche perché gli asili sono gratuiti per tutti i fruitori.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 22 Marzo 2019 09:55

    Articoli più letti

    Error: No articles to display