Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Tremul, basta un voto valido

    Il presidente della Commissione elettorale centrale dell’Unione Italiana, Stefano Lusa Il presidente della Commissione elettorale centrale dell’Unione Italiana, Stefano Lusa Željko Jerneić

    FIUME | Maurizio Tremul è l’unico candidato in lizza per succedere all’onorevole Furio Radin alla presidenza dell’Unione Italiana. Il prossimo 8 luglio, per essere eletto a Tremul sarà sufficiente ottenere anche un solo voto valido. A risolvere il dubbio amletico, sorto lo scorso fine settimana a numerosi connazionali, è stato ieri Stefano Lusa, presidente della Commissione elettorale centrale dell’Unione Italiana. Nel caso delle operazioni di voto legate alle elezioni indette per il rinnovo degli incarichi elettivi dell'UI, dunque, non sono previste soglie elettorali minime da superare.

    E se, a questo punto l’elezione di Tremul risulta essere più che altro una formalità, diversa è la situazione per quanto concerne l’assegnazione dell’altra carica dirigenziale dell’UI per la quale è prevista l’elezione a suffragio universale. Infatti, sono due i candidati in corsa per la poltrona di presidente della Giunta esecutiva dell’associazione apicale degli italiani in Croazia e Slovenia. A contendersi l’incarico saranno i fiumani Marin Corva e Aleksandar (Sandro) Damiani.

    Il termine per la presentazione delle candidature per le elezioni indette dall'UI, si ricorda, è scaduto alle ore 20 di venerdì scorso. I nomi dei candidati in lizza per ottenere un seggio nell’Assemblea dell’UI hanno iniziato a trapelare. Venerdì scorso, dopo lo scadere del suddetto termine, la Commissione elettorale centrale dell’UI ha fornito una prima e provvisoria lista con i nomi dei candidati.

    Al momento è noto che ad essersi candidati sono Krsto Babić (Comunità degli Italiani di Abbazia, nell’Assemblea UI il sodalizio di Villa Antonio ha diritto a un seggio sui 75 complessivi), Iva Peršić (CI Albona, 1), Eliana Barbo e Rosalba Stanković (CI Buie, 2), Massimo Seppi, Gianfranco Stancich – Lista CAPO D'ISTRIA, Marco Orlando – Lista CAPO D'ISTRIA e Luka Juri – Lista Luka Juri (CI Capodistria, 2), Tamara Tomsich (CI Castelvenere, 1), Glauco Bevilacqua (CI Cittanova, 1), Sandro Vrancich – Lista IDEFICIENTER, Jenny Chinchella – Lista IDEFICIENTER, Moreno Vrancich – Lista IDEFICIENTER, Iva Bradaschia Kožul, Denis Stefan, Mario Simonovich, Mauro Graziani – Lista FIUME CAPITALE, Flavio Cossetto – Lista FIUME CAPITALE e Lucio Slama – Lista FIUME CAPITALE (CI Fiume, 6), Pietro Demori e Diriana Delcaro Hrelja (CI Gallesano, 2), Claudio Stocovaz (Grisignana, 1), Marko Gregorič (CI “Dante Alighieri” di Isola, 1), Simona Angelini (CI “P.B. Degli Ughi” di Isola, 1), Antun Di Gallo (CI Kutina, 1), Suzana Abram (CI Laurana, 1), Irina Štokovac (CI Levade – Gradigne, 1), Krešimir Brisinello (CI Lipik, 1), Sanjin Zoretić e Nikola Nadrijčić (CI Lussinpiccolo, 1), Martina Dagostini (CI Matterada, 1), Arijana Brajko (CI Matterada, 1), Darko Stifanić e Mario Gasparini (CI Orsera, 1), Graziano Musizza, Alfredo Čitar, Maurizio Zennaro, Elena Voivoda, Lara Musizza (CI Parenzo, 2), Manuela Rojec, Danijela Sorgo e Dyego Tuljak (CI Pirano, 3), Paolo Tominić (CI Pisino, 1), Luisa Sorbone – Lista POLA PER L'UNIONE, Zoran Peruško – Lista POLA PER L'UNIONE, Zlatko Bakavić – Lista POLA PER L'UNIONE, Vladimiro Goldin – Lista POLA PER L'UNIONE, Adriana Filipić – Lista POLA PER L'UNIONE, Evalina Pliško – Lista POLA PER L'UNIONE e Valmer Cusma (CI Pola, 6), Ester Diklić (CI Santa Domenica, 1), Roberto Grassi (CI San Lorenzo Babici), Gaetano Benčić (CI Torre, 1), Mario Giorgio Giurcich (CI Veglia, 1), Luana Poleis (CI Visogano, 1) e Neda Šainčić Pilato (CI Visinada, 1).

    Nell’elenco non sono stati indicati i dati attinenti alle CI di Ancarano (ha diritto a eleggere un consigliere UI), Bertocchi (1), Cherso (1), Crassiza (1), Crevatini (1), Dignano (2), Draga di Moschiena (1), Fasana (1), Mompaderno (1), Montona (1), Ploštine (2), Rovigno (4), Salvore (1), Sissano (1), Spalato (1), Sterna (1), Umago (3), Valle (1), Verteneglio (2), Villanova (1), Zagabria (1) e Zara (1). Nella lista (pervenuta nella casella di posta elettronica della nostra Redazione attorno alle 21.45 di venerdì scorso), ci è stato spiegato ieri da Lusa, sono stati indicati esclusivamente i nomi dei candidati che hanno notificato le loro candidature direttamente alla Commissione elettorale centrale dell’UI o i cui dati sono stati forniti alla medesima dalla Commissioni elettorali dei singoli sodalizi fino a qualche istante prima dell’invio dell’e-mail. È possibilissimo che nel frattempo le Commissioni elettorali delle singole Comunità abbiano provveduto ad inviare nuovi o ulteriori dati a Palazzo Modello. Si prevede che nel corso della giornata odierna la Commissione elettorale centrale dell’UI procederà all'aggiornamento dell’elenco.

    In base allo scadenzario elettorale, la convalida delle proposte di candidatura da parte della Commissione elettorale centrale dell’UI avverrà entro il 13 giugno 2018. L’indomani (14 giugno) i candidati potranno iniziare a condurre la loro campagna elettorale (il silenzio elettorale scatterà il 7 luglio). L’“election day” della CNI (oltre ai due presidenti e all’Assemblea dell’UI nella maggior parte dei sodalizi si voterà anche per il rinnovo delle assemblee comunitarie), si svolgerà l’8 luglio.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Lunedì, 11 Giugno 2018 17:22