Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Sorpresa Istra 1961. Mierez stende l’Osijek

    By Fredy Poropat Aprile 20, 2019 81
    Sorpresa Istra 1961. Mierez stende l’Osijek Dusko Marusic/PIXSELL

    POLA | E arrivò la prima volta anche per Igor Cvitanović. Dopo otto tentativi andati a vuoto, l’allenatore originario di Osijek ha assaporato la vittoria numero uno sulla panchina dell’Istra 1961. E l’ha fatto proprio contro la compagine della principale città della Slavonia. Per i polesi si tratta del primo successo dell’anno solare dopo tre pareggi e otto sconfitte. L’ultimo bottino pieno risaliva al dicembre scorso, quando Čondrić e soci superarono il Rudeš. Ieri, come allora, è bastata una rete: a siglarla è stato stavolta l’argentino Ramon Mierez con un’incornata di testa all’88’ su un tiro dalla bandierina calciato alla perfezione da Ndi. Tre punti che permettono ai polesi di nutrire ancora qualche speranza di agganciare l’ottavo posto, valido per evitare gli spareggi salvezza.
    La partita di ieri è stata molto sofferta, e questa non è certo una novità. Stavolta, però, l’Istra 1961 ha saputo mantenere inviolata la propria porta, specialmente nella prima parte della ripresa quando gli ospiti sono andati vicini al vantaggio prima con Žaper e poi con Tomelin. Passata la paura, i padroni di casa non hanno patito più di tanto, anche perché finalmente si è vista una squadra attenta e, cosa che ha rallegrato parecchio i tifosi, molto combattiva. Alla fine è stata giustamente premiata.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 19 Aprile 2019 23:37