Capodistria

Omaggio a Lovisato scienziato e patriota

Libro Lovisato CIDA 1ISOLA La Comunità degli Italiani “Dante Alighieri” di Isola ha presentato a Palazzo Manzioli, la pubblicazione “Domenico Lovisato. Patria, scienza, famiglia”, di Giorgio Dudine, per le Edizioni “La Colomba”. Ne hanno parlato Amina Dudine, responsabile del progetto grafico e dell’impaginazione e Marina Simeoni, revisore del testo, già Console generale d’Italia a Capodistria, giunta per l’occasione da Roma. “Leggetelo! Io ho imparato molto. È istruttivo, affascinante e coinvolgente”, è stato l’invito della Simeoni. Nonostante la titubanza iniziale, avendo visto la tematica ufficiale, con la geologia quale punto focale dell’attività di Lovisato, ha spiegato di essersi addentrata nel testo denso di particolari e descrizioni bellissime. Compaiono, sì, alcuni tecnicismi, dato che il personaggio era uno studioso e il linguaggio a tratti è un po’ arcaico, ma nel complesso il testo presenta il Lovisato in toto e spesso pare di assistere alle scene narrate. La serata, cui hanno preso parte pure Marko Gregorič, presidente della CAN di Isola e Marisa Delise Carusone, presidente del Club giuliano-dalmata di Toronto, è stata introdotta dalla proiezione di due brevi clip, che hanno proposto in sala il pensiero di Giancarlo Nonnoi e Gianluigi Pillola, docenti presso l’Università di Cagliari. L’istituto, infatti, intitolò il 2016 come anno lovisatiano, dedicandolo all’isolano, sardo d’adozione. Trattando la struttura del libro si è poi chiarito il forte attaccamento di Lovisato alla Madrepatria, e come, un volta sotto il dominio austroungarico non resistette a lungo, prima di unirsi ai garibaldini, lasciano quindi la terra d’origine. Come la maggior parte degli intellettuali del tempo, nemmeno lui riuscì a sopportare di essere trattato come straniero in casa propria e dopo essere stato rinchiuso in prigione per otto volte e sempre rilasciato, rischiò anche di vedersi proibire il prosieguo degli studi sul territorio dell’allora regno. Si laureò poi a Padova, divenendo ben presto assistente universitario, abilitandosi anche per l’insegnamento nelle scuole secondarie. Di qui a breve ebbero inizio i numerosi spostamenti, durante i quali “s’innamorò della scienza dei sassi”. Dal testo emerge la peculiarità che, ovunque si trovasse, riuscì ad amare la terra che lo ospitava e che egli studiava, anche se si legò particolarmente alla sua “Isola bella”, ossia la Sardegna. Un capitolo è dedicato pure alla spedizione in Patagonia e nella Terra del fuoco, dove le descrizioni degli eventi sono particolarmente vive durante la lettura, tra cui spiccano il naufragio forzato, il salvataggio dei reperti raccolti e l’incontro con gli indigeni. La serata, in effetti, si è svolta nella sua dimora isolana, facente parte del palazzo dei Manzioli, a cui oggi si accede attraverso la porta sul fondo della sala nobile, entrando appunto nella biblioteca della CAN locale a lui intitolata. È stata anche ricordata l’affissione della Targa in suo ricordo, il 20 settembre 1922, posta sotto alla finestra al primo piano, che oltre ai dati anagrafici, recita “Matematico e geologo. Il nome istriano onorò sulle cattedre universitarie e sui campi di battaglia con Garibaldi che l’ebbe carissimo”. Venne poi distrutta nel 1953 probabilmente per ordine del nuovo regime. Nel 2007, grazie all’impegno della CAN di Isola, una copia della lapide fu rimessa sulla facciata della sua casa natale – oggi visibile sopra l’ingresso al bar Manzioli. La pubblicazione è stata realizzata con il contributo del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana e della Cooperazione Internazionale per il tramite dell’Unione Italiana. (jb)

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 170 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
20 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

SPALATO | I ragazzi della terza B del Liceo classico Primo Levi di Montebelluna hanno visitato la sede storica della Comunità degli Italiani “Don Francesco Carrara” di Spalato. A porgere il...
More inPolitica  

Fiume

È stata celebrata ieri, nel Primo ginnasio croato di Sušak, la Giornata della lingua spagnola nonché il 20° anniversario dello studio della lingua spagnola nel suddetto ginnasio. Per l’occasione...
More inCronaca fiumana  

Istria

BUIE | Sabato sera, in occasione della rassegna corale primaverile “Verdi melodie”, sul palcoscenico del teatro cittadino di Buie sono saliti cinque cori. Oltre a quello della Comunità degli...
More inCronaca istriana  

Pola

Vergogna inaudita: l’11.esima edizione del Monte Librić inizia in ritardo. Una folla di bambini assiepati sui gradini di legno del salone degli spettacoli della Comunità degli Italiani, che se ne...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Nel fine settimana la scuola elementare “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” parteciperà a Baselga di Piné (Trento) alla due giorni del Festival della canzone europea dei bambini. Si...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

Sabato scorso è partito dal Pogon kulture (ex Stereo) di Fiume, il mini tour promozionale del loro nuovo album “To love or to hold” (Amare o tenere). Tre sole date per lanciare un doppio disco che...

Sport

Ciclismo: stranezze e certezze. Nel 2017, alla vigilia del Giro di Croazia, c’era un presunto dominatore, Vincenzo Nibali, che avrebbe dovuto farla da padrone assoluto e invece ha vinto grazie a un...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero